scopri_il_paese_go0cultura_paese_go1turismo_paese_go0ilcomune_paese_go0

 

cultura_chiese_img00 cultura_museo_img00 cultura_retablo_img01 cultura_libri_img00 cultura_racconti_img00
         
opere_il_retablo_img_sezLE OPERE - IL RETABLO

 

opere_il_retablo_img

Il Retablo - Lorenzo Cavaro

 

Il retablo del Cavaro risale al 1501 e attualmente si trova nella parete sinistra nell’abside, dietro l’altare.
Nel 1945 fu fatto restaurare e venne riportato nella sua parrocchia nel 1947.
Dal 1953 venne trasferito ed esposto nella Cappella dei Seminaristi di Villacidro fino al 1977, perché si evitasse un suo eventuale danneggiamento durante l’esecuzione di lavori all’interno della chiesa di San Michele. Nel 1982 venne sottoposto ad un terzo restauro nel laboratorio di Duilio Tanchis. Il retablo del Cavaro è una gran tavola d’altare che si compone di tre parti superiori, verticali, fra le quali quella centrale è più alta, separate da pilastrini di legno, ciascuna divisa in due settori, e di due parti orizzontali divise in tre settori ciascuna e separate dal tabernacolo, costituenti la predella.

Le immagini sono disposte nel modo seguente:
- Al centro in alto: la Crocifissione;
- Al centro in basso: la Madonna in trono con il Bambin Gesù e quattro musici angelici;
- A sinistra in alto: l’Arcangelo Gabriele, in basso San Pietro;
- A destra in alto: l’Annunziata e in basso San Paolo;
- A sinistra del tabernacolo, nella predella: Santa Caterina d’Alessandria, San Giorgio e San Sebastiano;
- Nel tabernacolo: al centro Cristo, a sinistra l’Addolorata, a destra San Giovanni Evangelista;
- A destra del tabernacolo: San Pantaleo, San Giuliano e Santa Lucia.

Ai piedi della Madonna sotto il manto, è presente l’iscrizione vergata, su tre righe in carattere gotico minuscolo, l’autore, l’anno, il mese e il giorno di realizzazione come segue: “En any MDI es estada feta lò dit retaul per ma(n)s de mestre Lore(n)s Cavaro de Stampas feta a XV de dese(m)ber any de sus dit”.

 lorenzo cavaro galleria

 

 

Altre Informazioni
- Lorenzo Cavaro (Dizionario Biografico Treccani.it)

 

Condividi questo elemento
 

NOTA! Questo sito utilizza solo cookie tecnici e tecnologie simili. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando sul pulsante "Ok", accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'informativa. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, puoi consultare la informativa cookie completa.

Info